TECNOLOGIA ITALIANA ALL’ AVANGUARDIA AL THUMBAY PHYSICAL THERAPY AND REHABILITATION HOSPITAL DI AJMAN

0
267

Il Thumbay Physical Therapy and Rehabilitation Hospital di Ajman spegne la prima candelina. 

La struttura riabilitativa di altissima specializzazione è parte integrante del complesso universitario GULF MEDICAL UNIVERSITY di Ajman. Le celebrazioni del primo anno di attività si sono tenute il 13-14 Settembre 2019, durante il 2nd International Annual Conference on Innovation in Rehabilitation Practice & Medicine e in concomitanza con la giornata mondiale della Fisioterapia.

Il centro, unico nel suo genere negli Emirati Arabi Uniti, è diretto dal Senior Manager Riccardo Aggujaro ed è nato grazie alla collaborazione con l’Ospedale Valduce, Villa Beretta, Costa Masnaga di Lecco ( Italy).

Il centro di riabilitazione Villa Beretta, Costa Masnaga Lecco

Presenti al congresso come relatori alcuni specialisti che lavorano presso lo stesso ospedale italiano: il Direttore, Prof. Franco Molteni (a destra ), il fisioterapista dott. Gianni Giuliani (a sinistra) e la dott.ssa Eleonora Guanziroli (al centro), ingegnere bio-medico.

Si tratta del più grande e avanzato ospedale riabilitativo negli Emirati Arabi che offre un servizio di terapia a 360 gradi. È costruito su tre piani in un’area di 60.000 sqf, con 100 posti letto per la riabilitazione e la lungodegenza, garantendo quel continuum terapeutico con approccio multidisciplinare che nessuna altra facility nel Paese può offrire. La struttura high-tech, è specializzata soprattutto nella cura del paziente neurologico, ma è in grado di assicurare un programma individualizzato anche per le patologie ortopediche acute e croniche e quelle cardiovascolari.

Alle metodiche tradizionali vengono affiancate la modernissima tecnologia robotica e la realtà virtuale. Il team di riabilitazione vanta di medici e fisioterapisti altamente qualificati in grado di utilizzare in maniera integrata tutta la tecnologia a disposizione. Sono inoltre offerti programmi terapeutici per la gestione del dolore, lo studio posturale, la prevenzione delle cadute e lo studio delle prestazioni sportive degli atleti. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here